Sanificazione ambientale, disinfezione e sterilizzazione: quali sono le differenze e come vengono attuate

Quante volte in questi due anni di pandemia avrete sentito parlare di sanificazione ambientale, disinfezione e sterilizzazione; spesso questi termini vengono sovrapposti e utilizzati come sinonimi, ma si tratta di un errore. 

Seppur abbiano in comune il campo delle pulizie, presentano alcune differenze.

In questo articolo cercheremo di fare chiarezza, osservando le peculiarità di queste diverse operazioni di pulizia.

Definizione:

Iniziamo con le definizioni presenti nell’articolo 1 del DECRETO 7 luglio 1997, n. 274 (Regolamento di attuazione degli articoli 1 e 4 della legge 25 gennaio 1994, n. 82, per la disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione):

  • Sanificazione – “Sono attività di sanificazione quelle che riguardano il complesso   di procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti mediante l’attività di pulizia e/o di disinfezione e/o di disinfestazione ovvero mediante il controllo e il miglioramento delle condizioni del microclima per quanto riguarda la temperatura, l’umidità e la ventilazione ovvero per quanto riguarda l’illuminazione e il rumore”.
  • Disinfezione – “Sono attività di disinfezione quelle che riguardano il complesso dei   procedimenti e operazioni atti a rendere sani determinati ambienti confinati e aree di pertinenza mediante la distruzione o inattivazione di microrganismi patogeni”.

Non è possibile trovare la definizione di sterilizzazione, per questo è possibile riferirsi al rapporto “Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell’attuale emergenza COVID-19: ambienti/superfici, nella versione del 20 maggio 2021:

  • Sterilizzazione“Processo fisico o chimico che porta alla distruzione mirata di ogni forma microbica vivente, sia in forma vegetativa che in forma di spore”.

Quali sono le differenze?

Quali sono quindi le differenze tra questi tre processi? Dopo aver osservato le definizioni date dal legislatore, ecco in cosa differiscono sanificazione, disinfezione e sterilizzazione:

Sanificazione 

La sanificazione ambientale è la riduzione della carica microbica fino ad una soglia di sicurezza. A differenza della sterilizzazione e della disinfezione, la sanificazione non prevede l’eliminazione totale dei germi, e mira ad una riduzione degli stessi.

Disinfezione 

La disinfezione è l’insieme di operazioni volte all’eliminazione totale di qualsiasi microrganismo patogeno. Vengono impiegati disinfettanti chimici, fisici o meccanici. A differenza della sterilizzazione, la disinfezione non elimina necessariamente tutti i microrganismi, limitandosi a quelli patogeni.

Sterilizzazione 

La sterilizzazione è l’azione finalizzata alla distruzione di qualsiasi microrganismo. Si realizza utilizzando calore, agenti chimici o radiazioni. Si tratta dell’unico processo che elimina totalmente ogni microrganismo.

Le operazioni appena osservate rappresentano 3 livelli di intervento progressivi, dove ognuno è più elaborato del precedente.

Partendo da normali operazioni di pulizia (che prevedono, solitamente, la rimozione di polvere e sporcizia dalle superfici) si potrà procedere scegliendo l’operazione più adeguata a qualsiasi esigenza di sorta.

Covid 19 e sanificazioni ambientali 

Nelle imprese, negli esercizi commerciali, nei servizi e luoghi aperti al pubblico deve essere assicurata, ove prevista, la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti interni e di altre aree ad essi connessi.

Inoltre le imprese, in ottemperanza alle indicazioni del Ministero della Salute possono organizzare interventi specifici/periodici di pulizia (DPCM 2 marzo 2021 GU Serie generale n. 52 del 2 marzo 2021 – Supplemento Ordinario n. 17, attualmente in vigore) (3). 

Il rapporto “Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell’attuale emergenza COVID-19: ambienti/superfici” del 2021 riporta che:

“È buona norma procedere frequentemente e accuratamente alla sanificazione (pulizia e/o disinfezione) degli ambienti, operazioni che devono essere tanto più accurate e regolari per superfici ad alta frequenza di contatto (es. maniglie, superfici dei servizi igienici, superfici di lavoro, cellulare, tablet, PC, occhiali, altri oggetti di uso frequente).”

A chi affidarsi per la sanificazione ambientale

Per interventi di sanificazione ambientale di uffici ed esercizi commerciali è possibile rivolgersi a ditte di pulizia professionali come Rapida Servizi.

Rapida Servizi è un’azienda con esperienza ventennale nel settore delle pulizie, in grado di assicurare rapidità d’intervento, qualità e competenza.

La sanificazione degli ambienti, soprattutto a causa del Covid 19, è un’operazione non solo fondamentale, ma necessaria in presenza di un’attività commerciale.

Rapida Servizi offre un servizio di sanificazione all’avanguardia, con un sistema di tipo atomizzatore e nebulizzatore ad alcool all’80%, utilizzando il macchinario Sanique S-3.

Il Sanique S-3 garantisce un servizio di sanificazione professionale e certificato, che rispetta gli standard di sicurezza.

La migliore scelta che possiate fare è quella di optare per un’azienda specializzata e certificata con comprovata esperienza nelle pulizie professionali, che utilizza i migliori strumenti e i più efficaci prodotti naturali. Il tutto nel pieno rispetto dei più stringenti standard qualitativi e di sicurezza, sia nazionali che europei.

 

Preventivo e Sopralluogo Gratuito

    Your message was sent successfully!

    Something went wrong, try refreshing and submitting the form again.