Sanificazioni ambientali

In azienda vanno pulite con frequenza tutte le superfici che vengono più spesso a contatto con i lavoratori. Vanno pulite e igienizzate le maniglie delle porte e delle finestre, i servizi igienici, le tende, gli arredi e i dispositivi come le tastiere dei computer. Ci sono linee guida ministeriali che danno indicazioni piuttosto precise su quali disinfettanti utilizzare e come trattare al meglio le diverse superfici.

Affidare il lavoro ad una ditta esterna, che sia specializzata proprio in sanificazioni ambientali, non è obbligatorio per legge, ma senza dubbio è una scelta consigliata.

Sanificazione e detrazioni fiscali

Se il costo dello operazioni di sanificazione, che è bene precisarlo non sono opzionali, è motivo di preoccupazione per l’azienda, magari già provata dalla crisi, sarà utile sapere che i decreti “Cura Italia” e “Liquidità” hanno introdotto degli strumenti fiscali a supporto delle aziende per aiutarle a sostenere le spese necessaria alla sanificazione periodica obbligatoria. In particolare è stato introdotto un credito d’imposta che permette di recuperare il 50% di quanto speso, fino ad un massimo di 20.000 euro nel corso del 2020. Le spese andranno interamente sostenute e debitamente documentate, anche in questo caso appare con chiarezza come affidarsi ad un’azienda specializzata, che fatturi i suoi interventi, consentendo una semplice rendicontazione delle spese, sia la scelta più saggia.

Chi può effettuare la sanificazione ambientale

La sanificazione non nasce con l’emergenza Covid-19. Da sempre esistono aziende, spesso ditte di pulizie professionali, che effettuato interventi di disinfestazione, derattizzazione, sanificazione, ecc. Ognuna di queste operazioni deve naturalmente seguire specifici standard per essere pienamente efficace.

dispenser

Le aziende specializzate in sanificazione hanno in genere il codice ATECO 81.29.10, mentre con il codice 81.21.00 si indicano le imprese di pulizie, che possono effettuare disinfezioni, ma non vere e proprie sanificazioni. Queste distinzioni sono importanti in particolare se un’azienda che si affida ad una realtà estera desideri essere supportata da appositi ammortizzatori sociali.

sanificatore ambienti

Una ditta che opera sanificazioni deve avere poi un responsabile tecnico qualificato, che si assuma la responsabilità degli interventi svolti.

spruzzatore

Come avviene la sanificazione

I luoghi di lavoro devono essere puliti con frequenza quotidiana, ma questo non basta, devono essere periodicamente sanificati, ma cosa significa nello specifico, in cosa una sanificazione ambientale differisce da una comune pulizia di spazi e superfici? Per sanificare un ambiente di lavoro eliminando l’eventuale presenza di Covid-19 dall’aria o dalle superfici si possono attuare un complesso insieme di procedimenti atti a renderlo più salubre.

Ci sono indicazione precise da parte del nostro Ministero della Salute, che individuano alcuni prodotti dalla dimostrata efficacia nell’eliminazione di Coronavirus, come quello della SARS. Si parla si sanificazioni con ipoclorito di sodio, etanolo e perossido di idrogeno, in precise concentrazioni. Anche la disinfezione e sanificazione ambientale attraverso l’uso di ozono ha mostrato una notevole efficacia nell’eliminazione di virus, oltre che anche di batteri, funghi e muffe pericolosi per la salute umana.

Senza dubbio essere certi di rispettare le indicazioni ministeriali e di operare interventi allineati alle norme e pienamente efficaci, la cosa migliore è delegarli a ditte specializzate, che li affidino a tecnici esperti.

Contattaci per un preventivo gratuito.