Come pulire il forno con ingredienti naturali?

State cercando di capire come pulire il forno, magari senza dover utilizzare inutili e costosi prodotti chimici? Se la risposta è sì, siete nel posto giusto perché pulire il forno con ingredienti naturali e senza troppe difficoltà è possibile e anche facile.

Grande alleato degli chef casalinghi, il forno è l’elettrodomestico indispensabile per portare in tavola piatti spettacolari, ma se da un lato aiuta nella cottura di qualsiasi portata, dall’altro ha il grave difetto di sporcarsi più a fondo di quanto si possa pensare causando incrostazioni che a lungo andare potrebbero diventare sempre più difficili da debellare.

La tentazione di ricorrere a una soluzione drastica utilizzando prodotti chimici in commercio è forte, e in effetti sul mercato esistono molteplici detersivi teoricamente in grado di pulire il forno con un solo passaggio. Ma non dimenticate che il forno dovrà contenere e cuocere cibo che finirà sulle vostre tavole e che forse una soluzione più ecologica può essere un’ottima idea sia per la vostra salute sia per le vostre tasche.

Come pulire il forno senza prodotti chimici

Esistono molte soluzioni per pulire il forno in maniera naturale senza nulla togliere ai risultati finali che potrebbe garantirvi un prodotto specifico acquistato al supermercato. Utilizzare prodotti chimici ha il suo vantaggio in termini di risultati ma sono alti i rischi di residui che se non risciacquati a fondo con abbondante acqua, potrebbero finire a tavola insieme al vostro prossimo arrosto. Il forno, infatti, seppur ventilato, non ha molto sfogo d’aria e con il calore si rischia di peggiorare la situazione.

come pulire forno

Molti forni moderni sono dotati di un sistema autopulente che consiste in una funzione che, una volta bloccato lo sportello, porta la temperatura interna del forno oltre i 400 gradi centigradi. In questo modo macchie, incrostazioni e grasso vengono carbonizzati e annientati definitivamente (dovrete solo spazzarli via una volta raffreddato il forno). Essendo una procedura relativamente dispendiosa di energia elettrica e anche lunga (può durare dalle 2 alle 6 ore) potrebbe essere considerata una soluzione da applicare più raramente.

Ma per chi non possiede questa funzione, pulire il forno in maniera naturale è ugualmente possibile e probabilmente tutti gli ingredienti necessari sono già a vostra disposizione in casa tra frigorifero e dispensa della cucina.

Per pulire il forno con ingredienti naturali bastano:

  • Sale
  • Aceto
  • Bicarbonato
  • Limone

Questi quattro ingredienti sono i più comuni per la pulizia della casa green poiché ognuno di loro ha intrinseche proprietà antisettiche, sgrassanti e/o disinfettanti e in più se combinati tra loro con il dosaggio giusto possono diventare veri e propri detersivi fai da te.

Come pulire il forno con acqua e sale

Il mix più semplice di tutti è composto da acqua e sale: quest’ultimo ha ottime proprietà pulenti e può tornarvi utile in diverse situazioni. Per pulire le incrostazioni nel forno di casa o macchie di bruciato ostinate, preparate una soluzione composta da una tazza di sale e due di acqua tiepida: mescolate le parti fino a ottenere una pasta da applicare direttamente sullo sporco e lasciatela agire dai 10 ai 15 minuti circa. Dopo l’attesa, prendete un panno umido e passatelo sulla pasta per far sì che diventi un vero e proprio “detersivo” abrasivo, per rimuovere le incrostazioni del forno. Infine, risciacquate bene il tutto.

Come pulire il forno con aceto e sale

Il vostro problema non riguarda solo le vecchie incrostazioni ma preferite una pulizia più approfondita che applichi anche un potere sgrassante e disinfettante? La soluzione potrebbe essere pulire il forno con aceto e sale: il procedimento è facilissimo perché identico a quello con acqua e sale ma fatto sostituendo l’acqua con l’aceto di vino. La stessa miscela in parti 1:2 (una tazza di sale per due tazze di aceto) potete passarla sulla superficie del forno o, diluendola con più liquido, vaporizzarla con uno spruzzino ovunque vi sia dello sporco.

Come pulire il forno con bicarbonato e acqua

Inutile ribadire come il bicarbonato sia un potente alleato per l’igiene della casa sin dai tempi delle nostre nonne. Il bicarbonato ha i suoi vantaggi sia in termini economici che igienici viste le sue proprietà disinfettanti naturali: il bicarbonato, con il suo potere antibatterico e la capacità di annientare i cattivi odori, se combinato in parti uguali con del sale e acqua darà vita a una miscela naturale perfetta per una pulizia del forno eco-sostenibile. Fate agire la soluzione sullo sporco per alcuni minuti e infine sciacquate via tutti i residui con un panno umido. Un consiglio: non lasciate agire la miscela sulla superficie del forno per troppo tempo: una volta evaporata l’acqua, potrebbe essere complicato liberarvi dei residui lasciati dal bicarbonato e dal sale.

Altro consiglio importante: evitate di sostituire, in questo caso, l’acqua con l’aceto poiché quest’ultimo, se combinato con il bicarbonato, può fare reazione e sviluppare una schiuma molto simile a quella dei prodotti chimici che può essere efficace, ma che se colti di sorpresa, potrebbe spaventarvi e, a volte, cadere anche fuori dal forno.

Pulire il forno con acqua e limone

come pulire forno con limone

Quale frutto è più sano e multifunzionale del limone? Nessuno a quanto pare. Se utilizzato per la pulizia del forno, l’agrume d’oro non solo lascerà un piacevole profumo naturale, ma vi stupirà per le sue impressionanti proprietà sgrassanti e disinfettanti. Per sgrassare il forno utilizzando il limone procuratevi:

  • una teglia piccola con i bordi un po’ alti, (se avete quella da plumcake oppure una normale teglia da torta con bordi alti)
  • due o tre limoni
  • acqua q.b.

Spremete il succo dai limoni e diluitelo con dell’acqua lasciando i limoni spremuti in ammollo. Accendete il forno a temperatura medio bassa (160-180 gradi) e mettete la teglia con dentro il liquido direttamente nel forno. Quando l’acqua bollirà, il vapore sprigionato ricco di acido citrico si depositerà direttamente sulle pareti del forno sciogliendone il grasso residuo. Terminato il procedimento, spegnete il forno, bagnate un panno direttamente con l’acqua e limone rimanente e strofinatelo sulle pareti del forno per eliminare il grasso disciolto. Come sempre, infine, risciacquare abbondantemente!

Le soluzioni naturali per pulire il forno all’interno, che vi abbiamo suggerito, valgono ovviamente anche per il vetro che, come le pareti, tende a sporcarsi con estrema facilità. Durante la pulizia del forno fate attenzione a eliminare anche eventuali briciole o residui che s’incastrano nell’intercapedine dello sportello. Unica soluzione per loro è l’aspirapolvere e un beccuccio sottile che arrivi fino in fondo.